Ragionevole prudenza

Alla domanda se sia passata la paura del virus la risposta che mi sono dato è che i media e i poteri che li detengono continueranno ad alimentarla per poter governare sudditi incapaci di ragionare con la propria testa e difendere i propri veri interessi. Prima che arrivasse il virus, le due principali forze politiche italiane, i 5 stelle e i leghisti, avevano fondato sulla paura la loro crescita abnorme e imprevista: molti pentastellati con un retroterra ambientalista e pacifista coltivavano religiosamente l’insegnamento di Gianroberto Casaleggio contenuto anche in un video apocalittico della rete che prevedeva guerre mondiali, disastri ecologici in una apocalisse senza speranza; dal canto loro i leghisti alimentavano la paura dei diversi in casa, del ladro alla porta, dei profughi in viaggio verso l’Europa. In entrambe le proposte si denunciavano i problemi senza proporre le possibili soluzioni.

Il virus ha scompaginato molti equilibri collettivi e personali, questa volta la paura non riguardava eventi futuri, forse lontani ma era immanente ed imminente e il tentativo delle autorità di dosarne l’intensità aumentava la generale incertezza di chi si rende conto di sapere troppo poco per potersi difendere efficacemente da solo. In una società secolarizzata priva di totem e di tabù ci siamo aggrappati alla speranza nella capacità della specie umana di trovare una soluzione ed abbiamo sperimentato, per un po’ costretti in casa, che la disciplina collettiva e la solidarietà sono un rimedio per domare la propria paura e sconfiggere il nemico e che l’arma decisiva è l’intelligenza e la dedizione di chi sa fare, organizzare, curare, insegnare, ricercare.

Claudio Puoti, medico che ho seguito su Facebook in questo lungo periodo di lockdown così descrive questo momento in cui si sta uscendo dall’emergenza senza però una soluzione chiara del problema.

Personalmente sono sempre più tranquillo, perché ormai i dati dimostrano la ritirata del virus. Insisto sul concetto di trovare un giusto mezzo tra paranoia/terrorismo e superficialità/ incoscienza.

“Lui” si aggira ancora tra di noi, ci osserva e probabilmente sta cercando di capire cosa faremo. “Lui” non è diventato più buono, perché i virus non hanno anima e cuore. È stato solo adeguatamente bastonato dalle terapie, dal distanziamento, dal clima, dalla nostra cautela, dalle misure intraprese.

Nella mia scala delle sensazioni, dato 1 = pessimismo più tetro e 10= ottimismo più sfrenato, penso che possiamo avanzare dal precedente valore di 6-7 a 7 e 1/2.

In autunno vedremo cosa succederà, ma io sono certo che non vivremo di nuovo il dramma di questi mesi.

Intanto da oggi Immuni è attivo su tutto il territorio, avrà pure mille difetti e limitazioni ma il vantaggio di circoscrivere rapidamente nuovi focolai è impareggiabile. Ora forse serve a poco ma è fondamentale che impariamo ad usarlo per essere pronti a schierare anche questo presidio se ‘Lui’ si dovesse ripresentare rinvigorito dalle vacanze estive. Dovremo essere ragionevolmente prudenti nel cercare di ricostruire la rete dei rapporti amicali e di lavoro di cui alla lunga non possiamo fare a meno.

4 risposte a "Ragionevole prudenza"

  1. mi stropiccio gli occhi: dunque per te la preoccupazione ambientalista, che a questo punto è giusto che diventi paura, anzi terrore, è soltanto il retroterra artificiale del successo dei 5Stelle? a che cosa porta la faziosità, santocielo… non vedi neppure il nesso possibile tra pandemia e rischio ambientale?

    scusa la franchezza, che troverai certamente urtante.

    "Mi piace"

    • leggi meglio il mio testo, non ho detto che la paura del futuro sia immotivata, che la questione ambientale sia un’invenzione, che il riscaldamento del pianeta sia una piccola variazione non dovuta all’azione umana, ho detto che il terrorismo generato ad arte dai media schierati con la Casaleggio & C ha convinto il 30% dei votanti cioè il 20% degli italiani a dare il voto in modo disperato e irrazionale ad una piccola banda di incompetenti che ora reggono le sorti del paese. Sostengo che la paura ci sta paralizzando o ci sta isolando dalla vita e che le leve per alimentarla sono in mano a pochi che ne traggono vantaggio. Pensi veramente che i 5 stelle abbiano fatto qualcosa per l’ambientalismo a parte le stronzate dei monopattini e delle bici in sconto?

      "Mi piace"

      • ho cominciato a rileggere, ma mi sono fermato alla prima frase, perché la mia analisi è opposta alla tua: a me pare che i media in questa fase stiano continuando ad alimentare un falso senso di sicurezza “per poter governare sudditi incapaci di ragionare con la propria testa e difendere i propri veri interessi”.
        la cosa mi pare talmente evidente che mi sono domandato che cosa possa indurti ad uno sguardo sulla realtà così deformato.

        come sappiamo bene entrambi, la nostra analisi del fenomeno 5Stelle è molto diversa e a me preme di più che a te sottolineare come sia stato il tradimento delle proprie radici storiche da parte della pseudo-sinistra italiana ad avere spalancato le porte ad un movimento confuso, ma che ha cercato di tenere vivo, nel suo caos, anche alcuni obiettivi molto giusti, come il reddito di cittadinanza, invano chiestoci dall’Unione Europea fin dal 2011 nella famosa lettera a Berlusconi.

        ma francamente degli errori molti e dei meriti concreti pochi dei 5Stelle mi interessa molto poco in questo momento; mi basta che ci aiutino a tenere Salvini e questa destra impresentabile lontani dal potere e forse è il merito principale che hanno comunque e che non dovremmo perdere di vista; ho il privilegio di vivere in Lombardia e vedo bene che cosa sarebbe stata l’Italia affidata in questi mesi a questa genia salviniana e leghista.
        mi pare ingeneroso non tenerne conto; quanto all’impegno dei media per favorire i 5Stelle nell’ascesa al governo, pensa che stupido sono: a me pareva proprio il contrario, che ce l’avessero messa tutta per impedirglielo (almeno fino a che non sono andati al potere); ma dev’essere perché li guardo poco; ma, a quel che vedo adesso, la nostra stampa almeno è quasi tutta pesantemente impegnata ad attaccare questo governo e a cercare di farlo cadere, per rimettere in piedi vecchi equilibri.

        sempre con amicizia, anche quando i dissensi si fanno duri: ciao.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.