Distanziamento e tracciamento

Così il virus rialza la testa, c’era da aspettarselo visto che ormai quasi tutte le attività collettive sono di fatto permesse e il numero dei non vaccinati rimare alto.

La crescita delle infezioni è sempre esponenziale se non si rompono le catene del contagio. Il numero dei nuovi infettati dipende da quanti sono già infetti, la velocità della crescita, che per fortuna rimane bassa, dipende solo da quanti contatti ciascuno ha in media.

Ai no vax non voglio parlare, sono degli imbecilli irresponsabili e disonesti con se stessi e con gli altri. Mi rivolgo ai vaccinati immaginando di avere una grande platea di lettori. Ad essi direi:

  • anche i vaccinati devono ridurre i contatti pericolosi; siamo protetti e la malattia non ci porta dritto all’ospedale tuttavia occorre ridurre la circolazione del virus che è possibile anche tra i vaccinati,
  • facciamo appena è possibile la terza dose perché la riduzione della protezione delle prime due fa crescere la platea degli esposti al rischio malattia passando dagli attuali sette milioni di imbecilli all’intera popolazione nel giro di pochi mesi e allora a gennaio febbraio ci troveremmo nella situazione della Germania e di tanti paesi del nord che devono con maniere forti richiudere tutto,
  • vacciniamo appena è possibile anche i bambini, tutti quelli che vorranno e potranno, perché è il solo modo di ridurre la platea in cui il virus circola e si sviluppa visto che i 7 milioni di stronzi di cui parlavo prima sono irremovibili.

Smettiamola di seguire i talk show sull’argomento; anche i migliori esperti sono fuorviati da interviste monche, discussioni ideologiche, dati curvati sulla linea editoriale del conduttore il quale si atteggia ad onnipotente chiacchierone che però ci capisce poco.

In due anni dovremmo aver imparato come si fa a schivare il virus, le procedure sono semplici e abbastanza chiare. Vaccinarsi e girare poco. Ora noi vaccinati siamo più sereni e tranquilli e tanto basta ma dobbiamo rimanere cauti. In questa fase occorre riattivare il programma Immuni. Lo dobbiamo fare noi singoli che disponiamo di uno smart phone e lo devono fare le autorità rivedendolo e potenziandolo. Ad esempio sarebbe utile che il programma comunicasse giornalmente quanti contatti sono stati rilevati anche se nessuno tra questi è di un infettato. E’ un modo concreto per allertare ciascuno di noi circa i rischi corsi nella vita corrente se avessimo troppi contatti evitabili.

Non si tratta di diventare paranoici ma, se aspettando il nipotino all’uscita della scuola il programma mi dice che ha rilevato 30 contatti, tanto per dire una cifra, il giorno dopo mi potrei esercitare a dispormi nella piazzetta antistante la scuola, dove noi spettiamo che i bambini escano, in modo da ridurre il numero dei contatti con gli altri perenti in attesa. Direte che non serve a niente, ma finché il contagio cresce, e oggi ci sono in giro per l’Italia 115.000 contagiati accertati, almeno 115.000!, la mobilitazione deve essere diffusa e convinta per aumentare il distanziamento, per saper ricostruire i contatti pericolosi intorno ad ogni caso rilevato.

Un’ultima battuta sui no vax. Andando a scuola per prendere il nipotino passo davanti alla farmacia che esegue in tempo reale i tamponi. Alle 4 del pomeriggio c’è sistematicamente una fila di sei o sette persone che aspettano visto che occorre comunque aspettare una decina di minuti per ottenere il certificato. Qualche settimana fa c’ero anch’io per liberarmi dal sospetto che una fastidioso raffreddore con qualche linea di febbre fosse il Covid. Test negativo. Quindi tra questi ci sono certamente dei vaccinati ma sono portato a pensare che la folla intorno alle farmacie per fare il tampone sia costituita da no vax che per lavorare devono esibire un tampone negativo. Ebbene questo crocchio di cui parlo non osserva quasi mai il distanziamento previsto per le code e in qualche caso portano la mascherina con poca convinzione. Cioè i no vax non solo non si vaccinano ma, non credendo al pericolo, affollano cortei e manifestazioni per rompere gli zibedei a coloro che vorrebbero godersi il week end e per alimentare la loro posizione politica si attruppano anche quando fanno ogni due giorni il tampone. I no vax per dimostrare il loro credo si riuniscono e riducono il distanziamento magari affidando alla Madonna il compito di proteggerli. Quindi mettiamo in conto che entro questo inverno ci saranno almeno 20.000 caduti per la stupidità di una piccola minoranza di irriducibili.



Categorie:Coronavirus, Immuni, Vaccini

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: