Numeretti

Nel quadro delle manipolazioni che i media stanno continuando ad operare sui cittadini italiani per accreditare Salvini come il vincitore incontrastato che raccoglie il consenso della maggioranza degli italiani, si gioca sulle parole, si omette di dare informazioni pertinenti, si esagera nel riportare episodi secondari di nessuna rilevanza, come ad esempio il delirio da discoteca dei fan salviniani alla fine della parata del 2 giugno come se tutti gli italiani e le italiane fossero rapiti da cotanto senno e da cotanto corpo.

Continua a leggere

Amaro in bocca con punte di acido

Il tempo scorre veloce e la cronaca prende il sopravvento, difficile raccontare, impossibile riflettere. Ma questo blog è anche uno sfogatoio che cerca conforto nelle discussione e nel confronto. Alcuni miei amici lettori sono intimiditi dalla pubblicità dei commenti e dalla fatica dello scrivere anche brevi frasi e allora mi telefonano magari per darmi notizie positive, per convincermi che il mio umore nero è un po’ eccessivo. Parlarne e ragionare aiuta a capire e immaginare vie di uscita positive.

Continua a leggere

mini-bot, e lo stato potrà pagare con un pagherò – 261

Da leggere, purtroppo.

cor-pus 15

niente dimostra meglio lo sfacelo prima di tutto mentale della politica italiana nel suo insieme e senza distinzione quanto la mozione, approvata dalla Camera all’unanimità (potete fare a meno di crederci, come ho provato io, ma è vero) che impegna il governo a pagare subito immediatamente senza indugi i debiti delle amministrazioni pubbliche verso le aziende private: con dei mini-bot.

in altre parole, con dei pagherò, visto che i mini-bot si potranno convertire in euro soltanto alla scadenza.

. . .

i mini-bot sono definiti dalla destra come la moneta alternativa all’euro, ma pare che i responsabili economici dei paesi di opposizione non lo sappiano neppure; e sono dunque il simbolo perfetto del futuro di questo paese totalmente schizzato di testa:

hanno inventato infatti l’uovo di Colombo e lo stato potrà finalmente sottrarsi alla tirannia feroce dell’euro stampando mini-bot, che non sono moneta vera, ma è come se lo…

View original post 724 altre parole

Destra e sinistra per me pari sono

E’ passato un anno ma questa riflessione è ancora attualissima e ci consente di capire tanti passaggi politici di queste ore.

Raimondo Bolletta

Torno ad appuntare qualche riflessione politica prendendo spunto da una conversazione di ieri pomeriggio con quattro attivisti di LEU. Coloro che nonostante tutto sentono di appartenere alla sinistra soffrono per la sconfitta elettorale e pensano con inquietudine alle prospettive di medio e lungo termine. Non vi racconto le molte cose che ci siamo detti ma solo una riflessione che in questi giorni andavo facendo sul governo Conte.

View original post 572 altre parole

L’amaro in bocca

Sono tra coloro che si rifiutavano di credere ai sondaggi sicuro che fossero falsificati, che fossero uno strumento dei media per diffondere delle profezie che si autoavverrano. Vedendo i risultati di ieri mi devo in parte ricredere: i dati dei sondaggi sono abbastanza attendibili e vanno seriamente considerati anche se sono manipolati nel loro uso mediatico attraverso interpretazioni di parte. Il successo della Lega era da tempo annunciato dai sondaggi e l’umore della gente era stato analiticamente saggiato al succedersi delle sparate e delle iperboli di Salvini.

Continua a leggere