Grulluscones

Il bello di un blog personale è quello di poter accumulare e conservare riflessioni estemporanee che nascono nell’immediatezza delle esperienze vissute.

Per me e per molti di noi le recenti elezioni sono state un trauma prevedibile aggravato però dalle scelte del governo che ne è nato che non corrisponde a nessuna ipotesi discussa durante la campagna elettorale.

L’assenza di vincitori, cioè l’assenza di una maggioranza coerente con le piattaforme elettorali discusse nei comizi, ha in realtà fatto emergere un coagulo di forze che rappresentano rigurgiti, pulsioni, rancori, invidie, paure che accumunano strati della popolazione eterogenei per censo, livello culturale, ambito geografico, una Italia nascosta che emerge al grido ‘tanto peggio tanto meglio’.

Per questo ho scelto come foto della copertina lo stupido che taglia il ramo su cui è seduto.

Ho raccolto in un volumetto pdf i vari post sull’argomento per consentire una facile lettura sequenziale off line magari all’ombra in giardino. Se preferite un percorso ramificato certamente più stimolante dovete essere connessi e restare su questo blog

Con il senno del poi

Il lettore più fedele del mio blog sono io. Guardo sempre sulla colonna di destra i titoli degli articoli più letti nelle ultime 48 ore e se non ne ricordo il contenuto vado a rileggerli … sempre per quei problemi di smemoratezza che alla mia età sono in agguato.

Oggi ho riletto Il rosatellum e le candidature che avevo pubblicato poche settimane fa. Sembra passato un secolo,  mi sento di aggiungere una considerazione con il senno del poi.

Lo scandalo dei bonifici taroccati come anche le altre denunce penali che in queste giorni stanno fioccando su alcuni candidati mostrano un altro limite della legge. Ora non è più possibile cancellare un candidato dalle liste e nemmeno impedirne l’elezione se è stato piazzato nei primi posti della lista. Questi candidati promettono di dimettersi ma occorrerà l’approvazione dell’assemblea che però è sempre corporativamente autoprotettiva. Al massimo questi candidati infedeli, se non risultassero ineleggibili per un provvedimento giudiziario come accadde per Silvio Berlusconi, resteranno in Parlamento nel gruppo misto o in un altro partito diverso da quello in cui sono stati eletti.

Un pronostico

Per un anziano come me l’esercizio della scrittura, la pubblicazione di un blog servono, come ho affermato più volte, per tenere in esercizio la mente per verificare se ciò che penso, ciò che credo di sapere, risulta vero alla prova dei fatti o è piuttosto una fantasia generata da paure o da sentimenti irrazionali che chi ha troppo tempo libero spesso alimenta dentro di sé.

 

Continua a leggere