Numeretti

Nel quadro delle manipolazioni che i media stanno continuando ad operare sui cittadini italiani per accreditare Salvini come il vincitore incontrastato che raccoglie il consenso della maggioranza degli italiani, si gioca sulle parole, si omette di dare informazioni pertinenti, si esagera nel riportare episodi secondari di nessuna rilevanza, come ad esempio il delirio da discoteca dei fan salviniani alla fine della parata del 2 giugno come se tutti gli italiani e le italiane fossero rapiti da cotanto senno e da cotanto corpo.

Continua a leggere

Amaro in bocca con punte di acido

Il tempo scorre veloce e la cronaca prende il sopravvento, difficile raccontare, impossibile riflettere. Ma questo blog è anche uno sfogatoio che cerca conforto nelle discussione e nel confronto. Alcuni miei amici lettori sono intimiditi dalla pubblicità dei commenti e dalla fatica dello scrivere anche brevi frasi e allora mi telefonano magari per darmi notizie positive, per convincermi che il mio umore nero è un po’ eccessivo. Parlarne e ragionare aiuta a capire e immaginare vie di uscita positive.

Continua a leggere

L’amaro in bocca

Sono tra coloro che si rifiutavano di credere ai sondaggi sicuro che fossero falsificati, che fossero uno strumento dei media per diffondere delle profezie che si autoavverrano. Vedendo i risultati di ieri mi devo in parte ricredere: i dati dei sondaggi sono abbastanza attendibili e vanno seriamente considerati anche se sono manipolati nel loro uso mediatico attraverso interpretazioni di parte. Il successo della Lega era da tempo annunciato dai sondaggi e l’umore della gente era stato analiticamente saggiato al succedersi delle sparate e delle iperboli di Salvini.

Continua a leggere

Le mie preferenze

Da due settimane non scrivo nulla su questo blog. Ma domani si vota alle europee e sento il dovere di dichiarare le mie preferenze. Spero di essere stato chiaro nei post precedenti, in questo periodo avrei potuto o dovuto pubblicare pagine e pagine di riflessioni su una cronaca giornaliera che ha visto crescere la tensione e avvicinarsi un evento che potrebbe diventare un passaggio storico. Proprio perché gli eventi hanno preso la forza di una marea oscura e minacciosa, di una temporale devastante, di una aggressione furiosa mi è sembrato che il chiacchiericcio di noi blogger fosse un rumore inutile e inascoltato.

Continua a leggere