L’amaro in bocca

Sono tra coloro che si rifiutavano di credere ai sondaggi sicuro che fossero falsificati, che fossero uno strumento dei media per diffondere delle profezie che si autoavverrano. Vedendo i risultati di ieri mi devo in parte ricredere: i dati dei sondaggi sono abbastanza attendibili e vanno seriamente considerati anche se sono manipolati nel loro uso mediatico attraverso interpretazioni di parte. Il successo della Lega era da tempo annunciato dai sondaggi e l’umore della gente era stato analiticamente saggiato al succedersi delle sparate e delle iperboli di Salvini.

Continua a leggere

Popolo disperso

La mia amica Rosi mi chiede un commento sui risultati della Sardegna. Volentieri mi appunto alcune riflessioni sulle quali spererei di condividere un contraddittorio.

La frantumazione del popolo

Pd: 13,48% – Lega: 11,34% – Psd’Az: 9,89% – M5S: 9,7% – FI: 8,07% – Riformatori: 5,02% – FdI: 4,73% – Sardegna Venti 20: 4,13% – LeU: 3,81% – Pro Sardinia-UdC: 3,68% – Campo Progressista: 3,17% – Noi, la Sardegna: 2,81% – Futuro Comune: 2,63% – Sardegna in Comune: 2,47% – Cristiano popolari e socialisti: 1,35% – Sardegna civica: 1,64% – Fortza Paris: 1,63% – Uds: 1,10% – Energie per l’Italia – Sardegna: 0,49% – Progetto comunista per la Sardegna: 0.43%

Continua a leggere

Sequestrati

Siamo ammutoliti, preoccupati, oppressi dalla paura di eventi peggiori, non ci sentiamo rappresentati da politici in grado di pilotare gli eventi e di assicurarci stabilità e futuro. La Democrazia rappresentativa è come sequestrata da forze che determinano tanti e tali incidenti che le regole sono un optional, le promesse elettorali sono un bluff, le realizzazioni sono contraddittorie e dannose.

Continua a leggere

C’è da aver paura ed occorre coraggio 2

Le notizie sulla decrescita del PIL sono preoccupanti, c’è da aver paura ed occorre coraggio perché le più fosche previsioni si vanno consolidando, soprattutto mi preoccupa vedere che la propaganda del MINCULPOP della Casaleggio&C riesca a far presa sulla testa e sulla pancia della gente contro ogni evidenza anche la più severa. La gente pensa effettivamente che il 2019 sarà bellissimo e il consenso per le forze di governo non sembra diminuire.

Continua a leggere