Le mie preferenze

Da due settimane non scrivo nulla su questo blog. Ma domani si vota alle europee e sento il dovere di dichiarare le mie preferenze. Spero di essere stato chiaro nei post precedenti, in questo periodo avrei potuto o dovuto pubblicare pagine e pagine di riflessioni su una cronaca giornaliera che ha visto crescere la tensione e avvicinarsi un evento che potrebbe diventare un passaggio storico. Proprio perché gli eventi hanno preso la forza di una marea oscura e minacciosa, di una temporale devastante, di una aggressione furiosa mi è sembrato che il chiacchiericcio di noi blogger fosse un rumore inutile e inascoltato.

Continua a leggere

Chiacchiere social in vista delle europee

Riporto qui la discussione intrattenuta il 23 marzo su Facebook con Giacomo Siro con il quale mi trovo molto spesso d’accordo anche se usa toni talvolta un po’ spigolosi. In particolare aveva stigmatizzato la soluzione che Calenda e Zingaretti hanno adottato rispetto alle liste per le europee e alla rinuncia di Calenda ad una sua lista legata al suo manifesto.

Continua a leggere

Prudenza e lealtà

Alle paure e al coraggio evocate da Calenda si sta contrapponendo la prudenza e la lealtà di Zingaretti, nuovo segretario eletto del PD.

Ovviamente una tempesta mediatica si sta addensando sulla figura di Zingaretti del quale moltissimi media cominciano a raccontare di tutto, vere falsità malevoli o notizie volutamente travisate per danneggiare i suoi primi passi.

Cercavo conferma della posizione di Zingaretti sulla proposta del listone unico europeista antisovranisti proposto da Calenda ed ho trovato sulla pagina di Google questa sinossi di tre titoli sulla stessa notizia.

Continua a leggere

Il coraggio di non farsi bruciare

Nel post di ieri ho sostenuto la tesi secondo la quale la proposta di un listone antisovranisti per le elezioni europee per raccogliere il consenso di un popolo disperso nell’area del centro sinistra trova un ostacolo insuperabile nella legge elettorale che prevede l’assegnazione dei pochi seggi riservati all’Italia mediante le preferenze espresse in un sistema proporzionale con sbarramento.

Continua a leggere