L’amaro in bocca

Sono tra coloro che si rifiutavano di credere ai sondaggi sicuro che fossero falsificati, che fossero uno strumento dei media per diffondere delle profezie che si autoavverrano. Vedendo i risultati di ieri mi devo in parte ricredere: i dati dei sondaggi sono abbastanza attendibili e vanno seriamente considerati anche se sono manipolati nel loro uso mediatico attraverso interpretazioni di parte. Il successo della Lega era da tempo annunciato dai sondaggi e l’umore della gente era stato analiticamente saggiato al succedersi delle sparate e delle iperboli di Salvini.

Continua a leggere

Chiacchiere social in vista delle europee

Riporto qui la discussione intrattenuta il 23 marzo su Facebook con Giacomo Siro con il quale mi trovo molto spesso d’accordo anche se usa toni talvolta un po’ spigolosi. In particolare aveva stigmatizzato la soluzione che Calenda e Zingaretti hanno adottato rispetto alle liste per le europee e alla rinuncia di Calenda ad una sua lista legata al suo manifesto.

Continua a leggere