Sicilia caso a sé?

Lo sgretolamento del nostro tessuto nazionale procede senza sosta, è difficile scorgere tentativi di ricomposizione che diano speranza. Il clima, l’economia, la politica mostrano delle crepe che si allargano e non emergono personaggi capaci di riannodare le diversità e lenire i rancori e le delusioni.

Parlo del caso delle elezioni siciliane per illustrare un aspetto apparentemente secondario che però a mio parere corrode il tessuto della ragionevolezza collettiva.

Continua a leggere

Blog, comunità, partiti, movimenti, social. 3

Questa lunga riflessione sulla connettività elettronica in realtà nasce da uno spezzone della prima uscita pubblica di Obama dopo la fine della sua presidenza in una conversazione con un pubblico di studenti universitari di Chicago. Chi ha tempo e voglia dovrebbe  ascoltare tutta la registrazione del seminario diffuso dalla CNN. Bello riuscire almeno per un attimo a dimenticare l’immagine di Trump associata agli Stati Uniti.

9788804487715_0_0_300_80

Continua a leggere

cittadini, contadini, borghesi, borgatari

Le celebrazioni dell’anniversario della firma dei trattati di Roma che avviarono la costruzione dell’Europa Unita non sono state una festa lieta ma un evento politico gestito con un certo imbarazzo da protagonisti che sembrano nani rispetto ai padri fondatori. Protagonisti che sanno di poter parlare e decidere sub iudice incalzati dalla precarietà dei loro incarichi derivanti da una investitura democratica pro tempore.

Continua a leggere