Liberi di giudicare

Ho osservato con attenzione il volto del giudice che ha assolto in appello Silvio Berlusconi dall’accusa di aver avuto rapporti a pagamento con una minorenne. Mostrava una notevole freddezza e un velo di ironia nel pronunciare una assoluzione perché il fatto non sussiste come reato. Un volto mai visto, che non apparirà di nuovo in televisione, spero, perché è un anonimo servitore dello Stato che amministra la giustizia e gestisce processi applicando minuziosamente i testi delle leggi senza sentimento, con freddezza. Per questo sono contrario ad ogni tentativo di responsabilizzare i giudici, li preferisco liberi di smentire i colleghi del primo grado, di smentire i luoghi comuni, la pressione del popolo, la pressione dei potenti.

ruby-e-berlusconi

L’avvocato difensore ha trovato un cavillo, e se Berlusconi non avesse saputo che Ruby era minorenne? L’onere della prova è dell’accusa … In dubio pro reo … quindi vada assolto. Vedremo le motivazioni, per ora sembra che il ragionamento dei giudici sia questo.

Ciò che trovo del tutto indecente è ciò che è venuto dopo: tutti a dire che allora Berlusconi è un povera vittima delle macchinazioni politico giudiziarie dei comunisti, che è innocente come una verginella, che tutta la destra deve tornare a prendere ordini da lui, che ha fatto bene Renzi a dargli credito stringendo il patto del Nazareno.

I fatti sono stati tutti accertati, tutti sono riprovevoli e sono scandalosi ma non sono reati, cioè non sono espressamente proibiti da qualche legge vigente.

Ma come non è un reato andare a mignotte? e perché hanno condannato Lele Mora ed Emilio Fede e non Lui? Mi chiede Francesco il mio secondogenito mentre ascolta la notizia. Non tutte la azioni riprovevoli sono  vietate dalla legge, rispondo io, lo sfruttamento della prostituzione è un reato, la prostituzione no, pagare un essere umano per usare il suo corpo asservendolo al proprio piacere è tra le azioni più abiette ma non è vietata se non c’è violenza, telefonare a un prefetto per togliere dagli impicci una propria protetta non è un reato ma non si addice a un politico che operi con dignità ed onore …

Sono fiero del mio secondogenito, un po’ inesperto di diritto ma di sani princìpi.

Annunci

2 thoughts on “Liberi di giudicare

  1. Complimenti a te come padre e al figlio che dal dubbio impara.
    Personalmente sono anche perplessa di fronte ad alcuni esponenti del PD che hanno detto che questa assoluzione spiana la strada alle riforme…Mah ?!?! Come se allora il caimano non fosse ” moralmente” riprovevole. Ammesso che sia penalmente innocente. .. e tutto il resto?
    Avrei preferito che i grillini si fossero svegliati prima, avessero collaborato con Bersani, annullato tutte le leggi ad personam pro Berlusconi e fatto le riforme istituzionali. Si poteva fare. …

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...