Cialtroneria 2

I comportamenti volgari e trasandati stanno prendendo il sopravvento un po’ ovunque non solo nell’alta politica, dalla ministra che si lecca il cono incurante del fatto che è una signora e un ministro al giornale che involgarisce la scena suggerendo un doppio senso. La cialtroneria del lavoro mal fatto, dell’appuntamento mancato, della battuta maleducata, della mano in tasca e della panza di fuori. Anch’io non sempre ho modi urbani e gentili, spesso uso qualche parolaccia di troppo ma sto diventando sempre più insofferente alla cialtroneria soprattutto del pubblico rispetto al cittadino comune indifeso.

Che cialtroni! è quanto ho esclamato questa mattina vedendo il modulo diffuso online dal comune di Roma per la richiesta di cambiamento di residenza. La procedura sarebbe secondo loro online! Si stampa in locale un modulo, lo si compila a penna, lo si sottoscrive, lo si faxa o lo si spedisce come immagini via email (9 pagine!). Poi l’amministrazione ha 45 giorni per verificare se quanto dichiarato è vero. etc …

Ovviamente mi aspettavo che la procedura fosse realmente interattiva, il cittadino fornisce i dati richiesti, il comune  li registra e li incamera, genera il modulo cartaceo da firmare e da restituire per posta con firma originale … ovviamente se il cittadino non dispone di posta certificata … la cosa importante è che la procedura consenta di introdurre nel sistema i dati come accade per tutti gli altri sistemi online funzionanti come le compagnie aeree, le banche, le rivendite per corrispondenza, l’INPS o l’agenzia delle entrate.

Vabbè, caro Bolletta, quante ne vuoi, è solo il comune di Roma, mica la l’Alitalia! Ma dove sta la cialtroneria? in fondo sono solo un po’ indietro nell’uso della tecnologia. Sono saltato su quando, stampando il modulo, mi sono reso conto che si trattava di una brutta fotocopia di un altro modulo cartaceo di cui si vedeva addirittura la pagina successiva in trasparenza. Quindi file pdf pesantissimo, stampa lenta e che fa fuori l’inchiostro della tua stampante, file finale che dovrai ritrasmettere di pessima qualità.

Il modulo è nazionale e cercando con il solito Google lo si trova sul ministero dell’interno in formato word compilabile …. trovatolo proviamo a compilarlo e ci accorgiamo che il modulo nazionale non corrisponde a quello previsto dal comune di Roma.

Cialtroni! un servizio curato male e trasandato, tanto serve soprattutto agli stranieri, ai poveracci che migrano da una casa all’altra dei nostri vecchi morenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...