Chiacchiere su FB

Per tutti noi che stiamo vivendo collettivamente questa vicenda del confinamento e del blocco di tutte le attività economiche ho raccolto in unico post, forse eterogeneo, ma spero chiaro, i miei commenti ai tanti post che ho letto su Facebook. Continuo a leggere Facebook che ho però depurato dalla visione delle bacheche di coloro che non la pensano come me. Mi sono creato un bozzolo protettivo che tuttavia consente a tanti altri punti di vista di insinuarsi e di darmi una visione seppur edulcorata dell’umore collettivo. Ho fatto questa raccolta per me per tenere memoria di riflessioni e affermazioni molto semplici, di reazioni spesso emotive che hanno influito anche sul contenuto di questo Blog.

Primi dubbi sulla affidabilità dei dati e sulle informazioni provenienti dai media

Caro ….  l’informazione è sicuramente pilotata per guidare un gregge smarrito e pauroso su un crinale oltre il quale c’è un dirupo mortale. Fidiamoci per una volta di chi sa più di noi smettiamola di pensare sempre male di tutti e di tutto, smettiamola di pensarci più intelligenti e furbi dei nostri simili. Liberiamoci degli stupidi incompetenti che irretiscono le nostre peggiori emozioni. Fra pochi giorni vedremo una leggera flessione della curva una luce in fondo a un tunnel ancora molto lungo. Non ci consoli il fatto che altre strategie produrranno disastri ben peggiori dei nostri. Noi anziani fidiamoci delle attenzioni e dell’affetto dei giovani. Tutto prima o poi finirà ma il mondo sarà radicalmente diverso, speriamo di vederlo.

Primi lanci politici per alimentare l’odio verso francesi e tedeschi che vorrebbero mettere in ginocchi l’Italia e ridurci come la Grecia. Penuria di mascherine.

Coglionata! È un virus che ci sta uccidendo e una massa di irresponsabili che continuano ad infettare senza prendere sul serio le norme, aizzati da una politicante che specula per diffondere odio e divisioni contro fratelli che sono sulla stessa barca.

Si dà il caso che le mascherine stiano per mancare anche in Germania come mancheranno ovunque in Occidente, cavalcare un problema contingente per alimentare odio e divisioni quando si è nella merda è puerile e autolesionistico, dovremmo essere uniti e capaci di capire e collaborare, ma i sovranisti questo non lo capiscono.

La questione dei tamponi

I cinesi e coreani ed ora forse anche gli americani faranno il tampone solo a coloro che sono entrati in contatto con uno infettato. Per questo in tutta la Cina hanno costituito 15.000 task force per ricostruire i contatti appena un individuo risulta infettato. Tutti i contatti sono testati e se positivi anche se asintomatici sono isolati strettamente. In questo modo si riduce la diffusione da parte degli asintomatici. Se hai letto il mio pezzo di ieri valuto che in giro ci siano almeno 60.000 asintomatici che sono sicuri di essere sani e vanno a far visita agli anziani genitori o addirittura partecipano a feste.

Non conosco i particolari ma certamente una cosa è una generica quarantena a casa infettando gli altri famigliari ed altra è l’isolamento sanitario dopo un test positivo anche se asintomatico. Ovviamente avendo risorse sufficienti potrebbero essere fatti test a tappeto su comunità intere se ci sono piccoli focolai segregando tutti i positivi. La vedo difficile in Italia. Per il momento il distanziamento e la quarantena totale sono le soluzioni meno peggio di altre.

Appunto! Occorre requisire alberghi, caserme, villaggi turistici ed isolare, segregare tutti i casi positivi asintomatici ma cercarli più attivamente tra tutti i contattati. Ed ora occorre stare fermi, ridurre le occasioni di scambio come se ciascuno di noi fosse infettato. Io non incontro nipoti e figli da 10 giorni anche se abitiamo nello stesso condominio.

Salvini va a spasso mano nella mano con la fidanzata per una strada elegante del centro di Roma

Doppia infrazione: ha fatto visita alla ragazza, si deve stare a casa propria, si può uscire per i soli motivi previsti dai decreti, in due vanno a fare la spesa, uno solo per famiglia! Caprone sconsiderato.

Ma i procuratori della repubblica sono tutti in quarantena?

Responsabilità e sensi di colpa

La leggerezza con cui migliaia di tifosi dell’Atalanta sono andati alla partita di Milano costa a Bergamo e Milano lacrime e sangue. Forse occorre che qualche senso di colpa si sviluppi in questo nostro popolo di adolescenti . Ma le nostre chiacchierate internettiane servono a poco. Forse solo a passare il tempo.

La colpa di chi è?

Sarà un problema ma intanto noi dobbiamo fare il massimo per realizzare il blocco a casa nostra e se funzionerà dovremo chiudere le frontiere verso paesi invasi dal virus, ma anche noi siamo partiti tardi ed ora troppi si stanno comportando male, recriminare non serve a niente serve solo agli sciacalli che vogliono lucrare vantaggi politici alla fine di questa storia.

Ma forse qui si esagera  per impaurire la gente

No …  è proprio una crescita esponenziale con tutto ciò che questo comporta, l’impossibilità di rimediare quando i numeri sono troppo grandi.

Cioè intendi dire che questa sia tutta una farsa montata dai media?

Vedo che non leggi attentamente il mio blog, si incomincia a vedere una leggera flessione effetto di queste misure di blocco ma che potrebbero essere non significative per essere certi che la crescita esponenziale sia scongiurata se la curva raggiungerà il picco alla fine del mese diventa una logistica cioè non cresce più.

Ma forse è meglio l’immunità di gregge

Ho ascoltato il video del suo esperto ed ora ho capito la sua battuta sulla lista dei morti (si diceva, ci dicono i numeri ma non ci danno le liste nominative). Lei la pensa come Boris Johnson ed è contro i vaccini. Lei mi auguro sia un giovane e può permettersi di lasciar velocemente dilagare l’epidemia. Io sono anziano e apprezzo molto che nel nostro paese si combatta per salvare tutti anche i deboli, nel limite del possibile.

Lei con conosce i pericoli dei vaccini …

Già fatto, siamo vaccinati di tutto punto come i miei figli, non sono autistici. Spero vivamente nel vaccino. Aggiungo che da anni mi vaccino contro l’influenza e quest’anno anche contro la polmonite. Ho 72 anni a rischio, felice di vivere in questa Repubblica e non nella perfida Albione.

Circolano testi inneggianti all’italianità, al retaggio della storia millenaria.

Bruttissimo testo che incita all’odio che dimostra che parte degli italiani non è degna di quel retaggio nobile che qui viene evocato.

Vedi ….  la fierezza e l’orgoglio sono una cosa e il senso di superiorità, il disprezzo per l’altro, l’invidia, il vittimismo, l’odio sono altra cosa. Sono state all’origine del fascismo che si cibava di questi revanscismi storici, della romanità, della nostalgia degli antichi fasti e che condusse alla seconda guerra mondiale che fu un vero immane disastro. Alcune figure modeste di politicanti da strapazzo stanno soffiando sul fuoco dei peggiori istinti. Sappiate discernere, in questi giorni di isolamento abbiamo il tempo per farlo.

Qualcuno dice: ma qui da noi non c’è niente. ha senso tutto questo allarmismo?

Il virus non si vede, è nascosto dentro gli umani per alcuni  giorni senza apparire. Il suo messaggio sembra dire che tutto sto casino che stiamo facendo ad Avezzano è inutile. Attenti!!!

Ma io sono abituato a correre, che male faccio se senza imbrancarmi con nessuno faccio una corsetta nel parco o nella mia via?

Ma se ciò fosse concesso a tutti che succederebbe? Perché solo i pochi che si sentono sicuri di non essere infettati? Si valuta che ce ne siano almeno 100.000 infettati in giro che sono sicuri di essere sani ma che nel giro di una decina di giorni avranno forse sintomi e che ora stanno infettando gli altri. Non si può mollare ora, succederà come a Bergamo in cui gente sicura di non essere pericolosa ha infettato le valli e le montagne circostanti andando a sciare.

Non è uno stato di polizia ma uno stato di guerra, ogni giorno muoiono centinaia di concittadini, l’applicazione delle norme deve essere stretta e non prevedere eccezioni. Una slogatura su un marciapiede dissestato può essere un problema serio al pronto soccorso. Gli sportivi che si sentivano sani e non incontravano nessuno hanno impestato le montagne del nord dove l’inquinamento non c’è se non quello degli sconsiderati che hanno sottovalutato il rischio.

Tutto è successo perché non abbiamo fatto i tamponi

Cara …. purtroppo fare i tamponi a tappeto a tutti è solo perdita di tempo. A che serve se poi i positivi non si possono isolare in modo sicuro? Ha senso farlo a tutti i sospetti cioè alle persone che hanno avvicinato malati o positivi, a persone che hanno per lavoro molti contatti secondo criteri di priorità legati ovviamente alle risorse. Ci dobbiamo comportare come se tutti fossimo infettati e cioè dovremmo prendere attivamente le precauzioni note che non dobbiamo subire sbuffando. Stare a casa, selezionare tutti i contatti, mascherina e occhiali quando si esce anche per due passi con il cane, lavarsi le mani e disinfettare tutto ciò che abbiamo toccato con le mani potenzialmente infette. Il resto è propaganda degli sciacalli.

Il mio blog raccoglie molti contatti e molti apprezzamenti tra ex studenti ed ex colleghi

Cari amici grazie degli apprezzamenti. Sono convinto che ciascuno di noi in questo momento debba dare quello che può in particolare gli insegnanti ai quali i giovani sono affidati.

Tutta colpa dell’Europa che ci vuole affamare, si avvicina il trauma economico

Dalla Gruber un’intera trasmissione contro l’Europa, odio a gogò. Cacciari in crisi depressiva diffonde panico ed allarmismo. Un vecchio filosofo politicante che non capisce nulla di economia.

Difficile prevedere cosa succederà, l’Italia e l’Europa non sono il centro del mondo ma il mondo non ha un centro, è l’umanità dispersa sul globo che deve far fronte alla riscoperta della morte come realtà esistenziale. Ciascuno per sé o nuova identità di specie? L’Europa con le sue debolezze e le sue incongruenze teniamocela stretta come anche tutte le buone relazioni che possiamo come nazione coltivare con tutte le altre potenze.

Ma i dati sono attendibili? contiamo anche persone che sarebbero comunque morte per l’età.

Ovviamente il modo corretto per dirimere la questione di quale peso abbia l’infezione nei casi già compromessi degli anziani è fare la comparazione con le statistiche dei morti negli stessi periodi negli anni scorsi ma ciò non ci aiuta a monitorare gli andamenti di una emergenza socialmente rilevante e in particolare gli effetti in itinere delle misure di contenimento adottate.

Il contagio iniziale nelle varie regioni è avvenuto in tempi diversi, bisognerebbe comparare i dati allineando la storia delle varie epidemie regionali poiché i decessi si hanno dopo l’incubazione  e le cure, dopo almeno due settimane. Ovviamente il rapporto tra positivi e decessi dipende dalle strategie utilizzate nell’esecuzione dei tamponi ai sintomatici e ai deceduti.

Tutto ciò accade per colpa dei governi che hanno tagliato sulla sanità. Si diffonde la quota nazionale.

Credo ciò che è illustrato nel tuo grafico sia la quota statale, il totale della spesa pubblica credo sia aumentata in questi anni a favore dei fondi amministrati direttamente dalle regioni. Se considerassimo anche la tendenza recente di accedere ai servizi sanitari a pagamento o tramite assicurazioni associate come fringe benefit di molti stipendi potremmo scoprire che il comparto sanitario assorbe un bel po’ di risorse. A parte l’eroismo e l’abnegazione di molti credo che certi piagnistei attuali soprattutto da parte di certe forze politiche non siano ben motivati.

Vedete quanto è bravo Trump ha stanziato 2000 miliardi.

Scusate ma i 2000 miliardi di dollari sono inflazione pura, moneta stampata ad ok, gli effetti sono ignoti sul tessuto sociale e sul sistema produttivo. Se non sono stampati ma sono a debito con emissione di titoli, la dipendenza dalla Cina che detiene buona parte del debito pubblico americano sarà esiziale. Lasciamo stare Trump e vediamo che c’è di buono e sensato qui da noi ed in Europa.

Poi la proposta di Draghi di aumentare i debiti pubblici degli Stati

Per la verità Draghi ha detto di fare debito pubblico il che non vuol dire immettere liquidità come potrebbe fare una banca centrale ma consentire agli Stati di drenare denaro fresco emettendo titolo di debito da offrire ai cittadini che detengono liquidità. Forse non tutti hanno capito bene.

Il veneto si fa pubblicità aumentando i tamponi e dicendo che tutti i cittadini sono stati sottoposti a tampone

E a cosa è servito? Lei sa che ci sono i falsi negativi? Che nei primissimi giorni del contagio il tampone dà esito negativo e che il tampone dovrebbe essere ripetuto due giorni dopo per essere sicuri? Propaganda politica di un personaggio che sgomita e polemizza

Basterebbe mettere in isolamento subito, senza indugio, chiunque abbia anche una linea di febbre senza aspettare il tampone e seguire il decorso per telefono da parte del medico di famiglia. In ogni caso non credo che in Veneto abbiano fatto il campione all’intera popolazione  ma solo a categorie a rischio o impegnate nei soccorsi e nelle filiere produttive. Pensi solo al pericolo insito in un’operazione censuaria con gente che si sposta per fare o farsi fare il tampone … ricordiamo che i focolai più pericolosi si sono accesi nelle strutture sanitarie! Stare a casa e avere gli occhi aperti vigili è il vero presidio contro l’epidemia

Poi le polemiche contro l’idea di provvedere a tutti anche a coloro che sono sconosciuti alla agenzia delle entrare, a coloro che lavorano in nero. Io avevo qualche dubbio.

I lavoratori in nero non sono solo coloro che ricevono così poco da poter a mala pena campare, ci sono moltissimi che integrano buoni stipendi, artigiani che fatturano sistematicamente la metà e che hanno un buon tenore di vita, insegnanti che fanno lezioni private, medici che non fatturano la visita. Per non parlare dell’economia criminale. Spero che dopo questa batosta si capisca che una economia in nero che sfiora il 10% del PIL non è più tollerabile e che tutti, dai più ricchi a più poveri, paghino in proporzione progressiva al reddito.

C’è una cosa che non capisco: i lavoratori in nero non pagano tasse e essendo privi di reddito dichiarato avrebbero avuto diritto al reddito di cittadinanza. Quello basta per sopravvivere. Tutti coloro che non hanno il reddito di cittadinanza e pagano tasse avrebbero diritto ad una integrazione di reddito che pareggi il reddito dichiarato e tassato lo scorso anno fino ad una soglia da stabilire. Per il momento se non ho capito male sono 800 euro al mese una tantum finche c’è il blocco della mobilità. Ciò per tutte le forme di reddito da lavoro. La zona grigia che non dichiara nulla e che ha evitato di chiedere il reddito di cittadinanza ora lo dovrebbe ottenere a domanda seguendo la trafila di controlli a posteriori prevista per il RDC. Per bruciare i tempi se questi cittadini sono titolari di un conto corrente potrebbero ottenere immediatamente una anticipazione sulla base di una semplice autodichiarazione da presentare alla banca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.