Che cosa ha detto?

Ho seguito la conferenza stampa di ieri di Monti con un interesse acuito dalla scommessa che avevo fatto con me stesso circa le sue intenzioni politiche. La sfida con me stesso riguardava sia la mia capacità di interpretare la situazione politica e il comportamento delle persone sia la capacità di non farsi condizionare dalle chiacchiere e dalle manipolazioni dei mass media che ci rappresentano opportunamente della realtà che non possiamo conoscere direttamente.

Credo di aver vinto la scommessa che avevo fatto nei due post del 21 e del 17 dicembre. Sono contento di aver riposto fiducia in una persona che mi si è confermata per bene, colta, educata e sensibile. Ho seguito la diretta sulla 7, una bella diretta in cui per quasi mezz’ora le telecamere hanno indugiato sul parterre in attesa e che restituiva il clima al tempo stesso solenne ma anche familiare della circostanza. Confesso di aver seguito facendo il tifo, godendomi il fraseggio colto e complesso del suo italiano, l’ironia e l’eleganza con cui si è tolto dei macigni dalle scarpe, esprimendosi con gelido calore, distillando con parole misurate e cadenzate la prescrizione finale del chirurgo che dimette il paziente, la prescrizione  per uscire dalla sindrome di questa Italia malata di berlusconismo che non vuol pagare le tasse e che pensa solo ai diritti inviolabili individuali o di gruppo o di tribu o di etnia. Una visione colta, sensibile, europea che in alcuni punti con una nota di dolcezza e di commozione parla delle donne come la vera grande risorsa per uscire dalla crisi, che parla come un nonno amorevole dei nipoti che non vengono e che sono i soli a garantire un qualche futuro per tutti. Devo dire che mi sono commosso e mi dispiace che non sia stato capito, che questa occasione storica per cambiare un pochino la nostra mentalità l’abbiamo sprecata amplificando solo i difetti, inevitabili, della sua azione di governo.

Ho rivisto nel pomeriggio la stessa intervista in streaming su Repubblica.it con mio fratello che se l’era persa. Nessuna noia, il discorso era così denso e sintetico che ho continuato ad ascoltarlo con attenzione cogliendo nessi che mi erano sfuggiti nel primo ascolto.

A fine giornata, a cena, mia moglie Lucilla, che non aveva avuto modo di sentire l’intervista, mi chiede come era andata e che avrebbe fatto Monti. Rispondo che avevo vinto la scommessa, non si candidava direttamente nè capeggiava una nuova formazione ma che avrebbe pubblicato una agenda, un vero programma di governo per una emergenza che continua, e che si dichiarava disponibile ad aiutare o guidare raggruppamenti di forze che erano interessate a realizzarlo. Sui modi non si era sbilanciato.

Dopo cena ascoltiamo il notiziario del TG3 e Lucilla mi fa: allora non hai capito niente, Monti si candida! Sì in effetti il resoconto del TG3 aveva curvato ciò che avevo sentito con attenzione e partecipazione per due volte in modo tale che il significato complessivo era diverso dalle mia conclusioni.

In effetti Monti era stato un po’ reticente a rispondere ad alcune domande finali dei giornalisti ma  … capisco perché, con metodo grillino, abbia voluto affidare ad internet il compito di diffondere l’agenda Monti senza mediazioni giornalistiche. Sono contento che abbia usato WordPress, questo sistema gratuito e efficacissimo con cui da un anno sto lavorando con soddisfazione.

Per uscire dal burrone bisogna salire in politica.

Annunci

2 thoughts on “Che cosa ha detto?

  1. Su Bolletta che commenta Monti, non ho parole!
    Troppo in gamba tutti e due.
    E ci tengo a dire, un’altra volta, che non ho mai “idolatrato” il nostro Bolletta D.S., con cui varie volte mi sono trovata in contrasto; né ho viscerale simpatia per l’algido e tartassante Monti, però a ciscuno il suo: nel bene e nel male.
    Caro Raimondo siete, ora, due “grandi” , ognuno con le proprie storie e con le debite differenze, che si intrecciano e si rilanciano come in un match di tennis.
    Uno, Monti, non sa con chi ha a che vedersela, l’altro -il grande Boll- sì.
    E proprio perché tu, caro Raimondo, sei cosciente che schiamazzi e pagliacciate generano il virus dell’arroganza, della faciloneria, del tanto-peggio-tanto-meglio, eccoti a puntare sul “tuo” purosangue…..
    A dire il vero il nostro abile Monti, saldo e british, di sangue ce ne ha spillato tanto, ma solo perché prima avevamo avuto un Quaquaraquà strimpellatore da strapazzo- mi chiedo se fosse ingaggiato sulle navi condotte dal Gran Capitano dell’Omaggio al Giglio???- che ci ha illuso che potevamo campa’ pure senza sangue. Bastava l’avesse lui per tutti! Eravamo zombi assopiti da gagliarde tettone televisive, da fichissimi tronisti muscolosi, da botuliniche deputate zigomose e turgide, da saltimbanchi il cui solo cognome e mimica avrebbe dovuto scatenare un sussulto di vomito e, poi, un subitaneo assedio al Palazzo!
    Ma gli Italiani non sono scemi, non siamo del tutto indifferenti, né inetti e disfattisti come ci vogliono far credere e come ben ha ribadito ieri Monti, alludendo all’intelligenza e all’esempio che tanta parte dell’Italia può esportare anche all’estero.
    E allora via dalle p….. gnomi e pagliacci, furfanti e camaleontici ominidi.
    Riappropriamoci almeno per ora della nostra Dignità. Poi speriamo anche di riavere indietro ciò che ci sarebbe appartenuto di diritto: lavoro, uguaglianza, stipendi, figli, ospedali, scuole e……Auguri cari ai Grandi costruttori di ponti e di pace.
    AC

    Mi piace

  2. ho letto tutto con molta attenzione mio caro Porf e seguirò il tuo percorso … vediamo come evolverà l’agenda Monti e quanti schieramenti politici decideranno di “sposarla” …. e speriamo che si riesca a risalire questa ardua china … non tanto per noi … ma per chi ci seguirà

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...