Conti della serva

Se seguite questo blog avrete certamente capito che non sono un economista e tantomeno un esperto di finanza pubblica ma che mi ostino a capire i fatti del mondo e molti fatti che ci circondano sono legati al denaro e alla finanza.

Spesso capisco meglio se cerco di applicare concetti semplici e se faccio i conti della serva. In piena estate il 5 di agosto mi sono arrischiato a fare una previsione:

Il caso dell’assessore Manzillo che prima spara una bordata contro la Raggi e poi ritratta ed accetta umilmente un ridimensionamento della sue deleghe rivela forse una strategia che abilmente stanno mettendo a punto: puntare al commissariamento dell’amministrazione alla fine di settembre per squilibri di bilancio non sanati correttamente nel consolidamento. 

Sarebbe la soluzione ideale per mandare a casa la Raggi, fare la parte della vittime e ripresentarsi come tali sia al comune sia alle regione. La corrente della Lombardi, alla quale appartiene anche De Vito e che ha un più esteso radicamento elettorale nelle periferie proletarie della capitale, avrebbe buone probabilità di neutralizzare la brutta figura dell’amministrazione attuale che appare ai più troppo pariolina e troppo compromessa con le strutture di potere che risalgono ad Alemanno.

Una fantasia agostana che si sta realizzando in questi giorni. L’assessore Manzillo, che si opponeva al concordato preventivo dell’ATAC poiché riteneva che esponesse il bilancio comunale a troppi rischi, è stato dimissionato e il nuovo assessore chiamato da Livorno, dove su scala più piccola aveva ristrutturato l’analoga azienda municipale, ha proceduto alla richiesta di concordato preventivo per l’ATAC.

Ora l’organo di controllo contabile del bilancio del Comune, Oref,  ha espresso parere negativo sul bilancio consolidato che per legge deve essere approvato prima del 31 settembre. Il Consiglio comunale non ha tenuto conto dei rilievi ed ha proceduto alla approvazione. Chiedo al mio lettore: che cosa hai capito della situazione? Le cronache e i commenti giornalistici in questo caso usano termini tecnici e sorvolano sulle questioni di sostanza riconducendo tutto alla polemica politica. Le minoranze del Consiglio sono gli ex ladri e quindi devono star zitti, i revisori contabili fanno politica indebitamente, il sindaco fa ciò che può ma non fa miracoli. Tutti siamo vittime di un passato funesto.

Ma le paure di Manzillo erano fondate? Il prefallimento dell’ATAC potrebbe dissestare il bilancio del Comune? Come potrebbe accadere?

Il concordato preventivo è una modalità che consente di evitare il fallimento vero e proprio dell’azienda se gli attuali creditori accettano di ridurre le proprie pretese. In sostanza l’ATAC ha debiti che superano la sua capacità di restituzione, i debiti hanno superato i capitali che garantiscono la solvibilità della società e gli introiti sono largamente al di sotto delle spese vive e quindi mantenere aperto il servizio significa aumentare ancora il debito. Il concordato congela per 6 mesi tutto per dar tempo alla magistratura di esaminare i libri contabili, analizzare il patrimonio e fare una proposta ai creditori che li soddisfi e ottenere uno sconto consistente. Perché i creditori dovrebbero accettare? perché in alternativa l’ATAC fallirebbe e il recupero dei soldi prestati sarebbe ancora più esiguo, incerto e realizzato in tempi lunghissimi. Tante imprese che hanno lavorato per ATAC a loro volta fallirebbero a catena.

I sei mesi di moratoria previsti dalla legge che congelano tutto dovrebbero servire anche a delineare come il socio unico della società, il Comune di Roma, intende ristrutturarla e metterla in condizione di smettere di creare nuovo debito. Solo così gli attuali creditori potrebbero essere disponibili a sconti sui crediti sin qui maturati.

Dal bilancio ATAC del 2016 si legge che un elemento che ha peggiorato sensibilmente la situazione e i risultati del 2016 è stata la decisione del Comune di Roma di non riconoscere due debiti che aveva nei confronti dell’ATAC per un totale di circa 110 milioni di euro. La decisione di non pagare è stata comunicata il 23 agosto 2017. I curiosi posso ritrovale la notizia nella presentazione del bilancio

Quindi, se ho capito bene, in agosto, dopo che Manzillo era stato allontanato, si dà il colpo di grazia all’ATAC aggravandone i conti. La strada del concordato era così intrapresa.

Nel documento che ho citato si fa riferimento ovviamente agli atti d’imperio del socio unico, il Comune, che vincolano l’ATAC ad assicurare il servizio a mantenere i livelli occupazionali a funzionare come se nulla stesse succedendo.

Ma in tutto ciò dove sono i rischi per il Comune? Tralasciamo quelli sociali, chi se ne frega se la conflittualità aumenta, se le giornate di sciopero saranno più frequenti, se le interruzioni del servizio per cause tecniche saranno all’ordine del giorno, chi se ne frega se qualche ditta appaltatrice che non ha incassato troppe fatture sospende la manutenzione di apparati come ad esempio le macchine per i biglietti e i tornelli … chi se ne frega …

Ma questo è niente se nei sei mesi si trovasse una nuova soluzione …

Il vero rischio è che una società sull’orlo del fallimento perde verticalmente valore, a quale valore questo bene, l’ATAC, è iscritto nel bilancio del Comune? L’ATAC è patrimonio del Comune e contribuisce agli equilibri di bilancio. Se si azzera quel valore il Comune sarà considerato ancora solvibile dalle banche che forniscono denaro per il pagamento degli stipendi? Quando potrebbe scattare il commissariamento? Il Comune non fallisce ma se viene commissariato il sindaco e il consiglio vanno a casa.  Come avevo fantastica in agosto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...