Storia, Storielle, Storiacce

Quando è scoppiato lo scandalo Fiorito gli ho dedicato un piccolo post definendolo una storiella  rispetto a ciò che di noi italiani racconta la Storia recente. Con il passare dei giorni la storiella ha preso corpo e, come un cancro con metastasi, la ritroviamo variamente incistata quasi ovunque in queste martoriate istituzioni democratiche.

Al di là dei particolari, che vanno oltre la più malevola fantasia e che comunque non catturano più la mia attenzione, cresce un disgusto,  una rabbia, un dispiacere che mi portano a definire questo scandalo una pericolosa storiaccia.

Questi signori, che hanno abusato del loro potere per spartirsi benefici, prebende e ricchezze,  tra le altre colpe hanno quella di aver tradito il pubblico, se volete la Res Pubblica, che nonostante tutto sopravvive e ci permette di sopravvivere grazie alla dedizione e al lavoro di migliaia di servitori dello Stato e del pubblico che quotidianamente fanno il loro dovere e spesso qualcosa di più.

Ho passato quasi 6 ore questa notte al pronto soccorso del Pertini. Questa volta ero un parente accompagnatore e più volte ho pensato a quei porci quando osservavo i ragazzi volontari della croce rossa, giovanissimi con i capelli arruffati e lo sguardo intelligente, le infermiere del desk decise, brusche, cortesi o scostanti a seconda delle circostanze, le squadre delle pulizie che metodicamente ripulivano nottetempo i lunghi corridoi dell’ospedale, i tanti con le divise più diverse che staccavano dal lavoro  e firmavano il cartellino verso mezzanotte, le famigliole o le quasi tribù di parenti in attesa di sapere qualcosa del loro congiunto che era in trattamento, la dottoressa giovane e bella che con l’aiuto di quattro o cinque infermieri faceva fronte a 25 casi gialli e due casi rossi. Quei signori, che purtroppo abbiamo votato, hanno offeso anche l’immagine di questo tessuto connettivo, di questa gente che opera nel pubblico o che è servita dal pubblico. Dobbiamo ricordare e non possiamo perdonare.

3 thoughts on “Storia, Storielle, Storiacce

  1. Condivido tutto caro Prof. ed aggiungo due casi vissuti personalmente che avvalorano quanto da te correttamente raccontato….come sai lo scorso mese mi sono sottoposto ad un intervento di micro chirurgia presso l’ospedale San Martino di Genova. L’intervento è andato molto bene e come terapia successiva all’intervento mi è stata prescritta una macchina di pressoterapia che devo utilizzare 5 ore al giorno. Il Professore che mi ha operato mi ha dato la prescrione dello specialista, rilasciata da una struttura pubblica, come la legge prevede, e mi ha detto: “non si lasci intimorire e insista presso gli uffici della sua ASL, perché questa macchina gliela devono dare in comodato d’uso”! Seguendo le sue indicazioni, al ritorno a casa, mi sono recato presso l’ufficio ASL competente ed ho chiesto quanto, secondo il Professore, era di mia spettanza… bene, sai quale è stata la risposta del Funzionario ASL? mi dispiace ma con lo scandalo Fiorito e le dimissioni della Polverini, abbiamo ricevuto comunicazioni di “bloccare” qualunque riconoscimento di apparecchiature elettromedicali. Lei può tranquillamente farne richiesta, che verrà vagliata da apposita commissione che si riunisce UNA VOLTA AL MESE per vagliare e valutare tali richieste … ed io … ma scusi io di questa macchina ne ho urgenza visto che lo specialista si è raccomandato di iniziarla immediatamente per non vanificare il risultato del delicato intervento … e il Funzionario di rimando … lo so Lei ha perfettamente ragione ma io non so cosa dirle mi spiace tanto …. risultato … nel pomeriggio mi sono dovuto recare in un centro sanitario che vende queste apparecchiature e ho dovuto acquistarne una alla modica cifra di 1260 €. La grande consolazione è che potrò chiedere il rimborso del 21% il prossimo anno nel 730. Mi sono domandato più volte… e se non avessi avuto a disposizione questa somma? che ne sarebbe stato della mia gamba e del delicato intervento subito a Genova? …. mah…
    secondo caso: mia suocera lo scorso mese di Agosto ha avuto un serio problema all’occhio destro .. un improvviso glaucoma che le ha fatto alzare la pressione dell’occhio con il rischio di perderlo … è stata salvata da un intervento di emergenza ma è stata poi inserita, per lo scorso 2 Ottobre, in lista per un intervento di correzione del nervo. bene, il giorno prima dell’intervento il suo chirurgo l’ha chiamata a casa dicendole: mia cara signora domani è inutile che si presenti in Ospedale perchè non potrò operarla…. e mia suocera a tale afferazione ha giustamente risposto.. e perchè?… per la semplice ragione che in sala operatoria di Oculistica abbiamo terminato tutto e non abbiamo il minimo indispensabile per poter procedere agli interventi già programmati da tempo… ed ha aggiunto… “QUEI BASTARDI SI SONO RUBATO TUTTO E NOI CHE SIAMO L’ANELLO FINALE DELLA CATENA CI RITROVIAMO A DOVERCI GIUSTIFICARE E DOBBIAMO BARCAMENARCI CON VOI PAZIENTI… E’ TUTTO ASSOLUTAMENTE INCREDIBILE”!!!! ha infine aggiunto… “ECCO NOI SIAMO QUI, STAFF AL COMPLETO E, PER I PROSSIMI GIORNI, FINO A CHE NON CI MANDERANNO IL MATERIALE RICHIESTO SAREMO QUI, PAGATI A NON FARE NULLA!!! NON HO PAROLE!!!
    l’Ospedale in questione è il Forlanini del gruppo San Camillo e a mia suocera gli è stato detto: continui la terapia medica e la chiameremo non appena avremo certezza di poterla operare.
    Per cui come vedi le ripercussioni del “malefatto” sono state immediate, e sicuramente in uno scenario simile ci saranno molti anelli della famosa catena che ci “giobberanno” sul caos che si è venuto a creare avendo ugnuno il capo espiatorio da utilizzare per coprire e giustificare tante altre inefficienze che con lo scandalo Fiorito/Polverini non c’entrano proprio nulla.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...