Situazione in movimento 2

Riprendo la riflessione politica di qualche giorno fa aggiungendo qualche considerazione ulteriore. Già ieri ho chiarito meglio perché non intendo recarmi a votare nelle primarie del PD di Roma. La cosa è legata al caso Marino che non è affatto risolto.

Voglio oggi tornare a riflettere sul Dossier Banche, Europa e Monti di cui parlavo nel precedente post .

Monti dieci giorni fa si era esposto in modo netto con un richiamo solenne nell’aula del Senato rivolto al  presidente del Consiglio per una maggiore prudenza nel gestire i rapporti con l’Europa poiché la nostra situazione economico finanziaria è tutt’altro che risolta; poiché il pericolo di nuovi terremoti non è affatto scongiurato c’è poco da fare i gradassi per qualche decimale di punto di PIL in più se il debito che ci sovrasta è sostenibile solo in un quadro di solidarietà europea.

Renzi sembra aver messo subito testa a partito anche in ciò consolato dal presidente della commissione il quale, dovendo tenere in piedi una baracca minacciata da ogni dove, da nuovi nazionalismi e da localismi populistici, con una pacca sulle spalle del nostro giovanotto assicura che non ci saranno problemi per qualche miliarduccio in più di deficit.

Con un Renzi tutt’altro che indebolito dalle critiche dei gufi vecchi e nuovi,  il senatore a vita è stato chiamato a rapporto nella terza camera del nostro Stato, in quel salotto televisivo in cui vengono consacrati e celebrati tutti i fasti del potere politico, da quel direttore Vespa che domina chiunque dall’alto della sua longeva cinica conversazione salottiera. Il poveretto ha subìto quindi uno spiacevole interrogatorio in cui ha di fatto dovuto far macchina indietro assicurando che il gradasso governa bene, che lo ha sostenuto e lo appoggerà perché la sua è la strada giusta.

L’ho ascoltato, sono rimasto un po’ deluso e mi sono chiesto quale sia la forza occulta che rende l’attuale situazione inattaccabile e immodificabile anche per un personaggio prestigioso e preparato come Monti.

Man a mano che Vespa procedeva con le sue domande assumendo come ovvie verità tutte le sciocchezze che sono imputate dal populismo più becero alla sua esperienza di governo, Monti si è sentito alle strette, in evidente difficoltà a spiegare in modo comprensibile ma rapido e sintetico decisioni economiche complesse che hanno provocato guai spiacevoli a tutti ma che ci hanno evitato un default finanziario i cui effetti sarebbero stati ben peggiori.

Anche a Monti si è seccata la gola e la sua esposizione è apparsa tentennante e poco chiara con un Vespa che con l’atteggiamento tipico del professore che interroga cambia argomento della domanda perché lo studente mostra troppe incertezze sull’argomento della domanda precedente.

Caro senatore Monti, non andare più da Vespa, anzi non andare più in televisione. Sei già entrato nel bene o nel male nelle storia del tuo paese, hai fatto il chirurgo, il malato è sopravvissuto anche se fatica a riprendersi. Se fosse ancora necessario si ricorrerà ad altri chirurghi. Ora il malato è assistito da una dose da cavallo di cialtroneria e di pressappochismo , ma tu non sei un medico rimani un chirurgo.

Leggerezza populistica

Anche sul fronte della finanza ci sono ulteriori novità. Dopo il bail-in che ci prospetta la possibilità che la banca di cui ci siamo sempre fidati ciecamente possa fallire e farci perdere parte del nostro denaro, viene fuori la questione dell’esproprio rapido delle case da parte della banca mutuataria dopo 7 rate non pagate. I 5 stelle hanno travato il diversivo giusto per far dimenticare la brutta figura sulle unioni civili, eccoli schierati a difesa dei proprietari morosi. Oggi ci annunciano che in parlamento si stanno accordando per prolungare a 18 rate il periodo di morosità che fa scattare l’esproprio diretto della banca senza passare per il giudice.

Botte piena e moglie ubriaca. Il costo di un prestito compensa il rischio che chi lo contrae non sia in grado di restituirlo. Se la legge concede una tutela eccessiva al mutuatario moroso a scapito del mutuante gli interessi aumenteranno inevitabilmente e il costo si ripercuoterà anche su coloro che si impegnano a rimborsare il mutuo regolarmente. La leggerezza con cui l’argomento si sta affrontando in queste ore con il fervore inconsulto dei cronisti che proclamano soddisfatti che anche questa malefatta proviene dall’odiata Europa è simile a quella che altri cronisti riservano alle questioni molto serie della guerra che incombe e dei miseri disperati che invadono le nostre città.

Bortocal nel commento a questo post segnala che l’origine europea della disposizione che facilita gli espropri è una balla.

Annunci

3 thoughts on “Situazione in movimento 2

  1. quale sia la forza occulta che rende l’attuale situazione inattaccabile e immodificabile anche per un personaggio prestigioso e preparato come Monti? Perchè Monti come molti altri, prima di dare una spallata a Renzi si chiedono cosa verrebbe dopo.
    Ciao

    Mi piace

    • Probabilmente la tua è la spiegazione più sensata, ma io trovo che questo atteggiamento un po’ ondivago di Monti che prima attacca in modo solenne e vigoroso e poi attutisce la posizione anzi si schiera in una posizione un po’ prona sotto i colpi del gran cerimoniere non è il frutto di una prudenza sempre opportuna, sembra il segno di una impotenza quasi di una paura, la stessa cosa che vedo in tanti che nel PD ingollano continuamente rospi per questo tendo a pensare ad una forza occulta … ma forse ho visto troppe guerre stellari. Ciao Grazie del commento

      Mi piace

  2. ciao Raimondo, scusa la sgradevolezza di un’autocitazione, ma – se non l’avessi visto – ti segnalo la parte centrale di questo mio post, che, sulla questione delle nuove norme sui mutui bancari pensate da Renzi e maldestramente attribuite all’Europa, smaschera l’infinita cialtroneria del governo e dei media che lo appoggiano.

    https://corpus15.wordpress.com/2016/03/03/dopo-mondazzoli-stamprep-129/

    (mi rendo conto di avere dimenticato il tuo utile consiglio di inserire dei sommari iniziali nei miei post troppo lunghi)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...