Elezioni importanti 2

E’ ancora presto per capire cosa è successo veramente e occorrerà aspettare l’esito dei ballottaggi, ma alcuni sintomi sono visibili e li appunto qui in attesa di svilupparli tra due settimane.

La questione di fondo è capire se conviene mantenere l’attuale sistema elettorale con i pochi aggiustamenti dettati dalla riduzione dei parlamentari oppure tornare al sistema elettorale proporzionale alla tedesca. Provate a decodificare i commenti attuali di questi giorni rispetto alla scelta del sistema elettorale e vedrete che i vari leader si stanno lanciando messaggi per decidere il da farsi.

La crisi dei 5 stelle che stanno evaporando rilancia la visione bipolare tra destra e sinistra e quindi confermerebbe il sistema elettorale vigente. Ma i cespugli del centro, in particolare Azione di Calenda, rilanciano un terzo polo centrista senza considerare che, con l’attuale sistema elettorale semimaggioritario, ciò determinerebbe la vittoria certa della destra. In realtà l’idea di un terzo polo centrista sarebbe anche compatibile con una alleanza con il PD se questo si staccasse dai Cinque Stelle.

Al PD converrebbe un proporzionale alla tedesca tenendo conto del fatto che in questa tornata è il partito più forte nonostante la dispersione di molte forze civiche che preferiscono la propria autonomia locale intorno a candidature poco colorate partiticamente. Ma su questa proposta del proporzionale rimarrà isolato poiché la destra ha capito che il mix dei tre partiti ormai rodato da anni funziona ancora e potrebbe avere una buona maggioranza parlamentare con il sistema semimaggioritario. Però il CDX non può cantare vittoria se non disponesse di validi candidati (lo vedremo ai ballottaggi) sul territorio. L’esistenza di due leadership antagoniste all’interno della coalizione (Salvini e Meloni) e il diverso radicamento territoriale delle tre forze (Lega al nord, FdI al sud e FI debole dappertutto) sono due talloni di Achille su cui gli avversari potrebbero lanciare le proprie frecce. E se anche la coalizione di CDX la spuntasse ottenendo una maggioranza assoluta in Parlamento, l’apparentamento elettorale deciso a priori potrebbe mostrarsi debole alla prova dei fatti e dei gravissimi problemi che un governo politico post elettorale dovrà affrontare.

Forse anche per queste ragioni la borsa va giù e sale lo spread, perché le prospettive politiche non sono affatto rassicuranti, non promettono stabilità e programmi chiari ed efficienti.

PS, dimenticavo: la Meloni esulta e viene additata come astro nascente, probabile nuovo presidente del consiglio dopo le elezioni. Forse qualcuno dovrebbe farle presente che le percentuali di questa tornata sono un limite superiore invalicabile per lei. Perché? E’ l’unica che sta all’opposizione di un governo che ha perso smalto e credibilità, si contende i voti con un antagonista, Salvini, che colleziona brutte figure e che non sa quello che vuole. Interpreta il ruolo di guerriera impavida in un clima di guerra … pensate che tra un anno farà molto meglio delle percentuali attuali?

Segue



Categorie:Politica

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: