Sisifo, la sfida della scuola

Questo è il commento alla lettera di Tiriticco lasciato da Luca Sbano su Facebook. Mi piace riportarlo in evidenza come un post perché costituisce un arricchimento della riflessione sulla scuola che condivido profondamente. Appare anche tra i commenti del post Buon anno! insieme a un commento di Barzanò e mio.

Caro Preside, grazie per l’augurio e il contributo che ci ha segnalato.
E` vero per sperimentare una didattica nuova basta molto poco, però non vorrei che questa sia percepito come un alibi per nascondere che in molti casi mancano addirittura le lavagne ed il gesso … mentre il Ministro favoleggia di “tablets” in ogni classe … una spesa inutile ed una dichiarazione totalmente ideologica.
Oggi si apre un anno che potrebbe essere assai difficile non solo per tutti coloro che lavorano nell’istruzione ma anche per tutti gli altri cittadini, i quali, devono affrontare una profonda crisi di sistema e, purtroppo, non riescono ad esprimere e coagulare forze sociali e politiche capaci di opporsi ai meccanismi di produzione/riproduzione della società capitalistica.
E’ inquietante osservare come l’abbandono dell’analisi da parte delle forze progressiste stia portando consensi a movimenti sostanzialmente reazionari se non apertamente neofascisti (vedi Alba Dorata in Grecia) e questo irrazionalismo ovviamente si riverbera nella scuola.
Quando l’irrazionalismo nelle sue varie forme conquista spazi consistenti in una società, necessariamente il lavoro dell’insegnante diventa difficile e a volte duro. Eppure, proprio in questa fase, la scuola sembra il fronte principale nel quale ci si può opporre all’irrazionalismo. Un’azione lenta, che va svolta giorno per giorno operando più come Sisifo che come Prometeo…
E devo aggiungere che, a dispetto di tanti luoghi comuni, spessissimo le nuove generazioni rivelano grande reattività e capacità di riscatto. Come ricordava il contributo inviatoci, il problema è trovare la via giusta, interrogarsi su di essa….e non demordere se il giorno dopo, proprio come Sisifo, si debba ricominciare.

Buon anno
Luca Sbano

PS
Per essere concreti: quest’anno al Gioberti sono state introdotte le Aree. Per esempio l’area scientifica comprende: matematica, fisica, chimica, scienze e alimentazione. L’idea è coordinarci cercando di costruire una serie di attività interdisciplinari.
Immagino che tutto questo non sia nuovo e che ci saranno mille difficoltà … ma … se non ora quando?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.