Consigli a Matteo il frettoloso

Se potessi parlare con Matteo il frettoloso avrei alcuni consigli paterni da dargli.

matteo-renzi

Evidentemente non ha letto il mio post su ‘il tempo’ e continua ad operare con l’ansia di bruciare le tappe senza rendersi conto che così brucia solo se stesso.

Un governo c’è, è la fotocopia del suo, lo presiede un signore che non ha grandi velleità e che non lo tradirà deliberatamente, potrebbe prendersi tutto il tempo per ricostruire l’edificio che credeva di aver eretto, capire a fondo gli errori che ha fatto, studiare bene i dossier che aveva leggiucchiato troppo velocemente, rileggersi ad esempio le analisi sul Jobsact, sulla buona scuola, gli interventi sulle banche, farsi aiutare a capire e aiutare l’attuale governo a fare qualche correzione migliorativa se fosse ancora possibile. Prendersi l’anno e mezzo da qui alle elezioni del 2018 per cercare lavoro per sé, farsi cercare da chi crede in lui, prepararsi al 2018 per vincere avendo convinto una platea vasta non solo i suoi amichetti fiorentini.

Meglio sarebbe ritirarsi effettivamente  a vita privata per almeno sei mesi, sparire come aveva promesso nella campagna elettorale e tornare solo se sarà richiesto.

No, temo che oggi all’assemblea del PD accelererà i processi, dentro e fuori il partito, per puntare ad elezioni che lui è certo di vincere visto che i suoi avversari hanno molte gatte da pelare, peggiori delle sue. Convinto che il 40% di sì (che è il 28% reale!!) sia tutto suo e che gli assicuri la vittoria. Aumenterà la posta e sarà duro e vendicativo con la minoranza interna cercando di umiliarla per poi punirla. Nella sua logica solipsita di chi si confronta poco con veri amici, le tappe sono tutte vincenti, le primarie di coalizione ( con chi? Speranza chi? Emiliano chi) e poi elezioni con lo spettro di Grillo, sarà un plebiscito, vincerò anche con il proporzionale.

Caro Matteo, i tuoi calcoli sono fatti sul vuoto se non sai come sarà fatta la legge elettorale, aspetta di vedere come sarà perché gli effetti sul quadro politico saranno decisivi e forse anche devastanti.

Con un proporzionale puro con piccolo sbarramento tutte le formazioni attuali potranno ripresentarsi e avranno in mano il parlamento in cui non ci sarà una maggioranza precostituita, allora anche la tua minoranza interna  potrebbe avere il coraggio di presentarsi da sola alle elezioni e fare la scissione ma quindi il tuo primato vacillerebbe e di brutto.

Se ci fosse un premio di maggioranza e fosse di coalizione il tuo partito si disgregherebbe ugualmente per poi riaggregarsi come coalizione, se ci fossero collegi uninominale tipo mattarellum sarebbe un’altra storia … Insomma la legge elettorale avrebbe degli effetti diretti proprio sulla struttura dei partiti, ma mentre a destra sono abituati ormai alle geometrie variabili, a famiglie allargate che divorziano e poi si ricompongono, per il PD l’unità e le dimensioni interculturali, interclassiste, intergenerazionali, inter… sono essenziali per la sua sopravvivenza e allora è incauto pensare che un mese dopo l’approvazione di una legge elettorale si possa andare alle elezioni, gli unici sollevati da ogni responsabilità del passato e del futuro, i grillini, sarebbero avvantaggiati da una generale ristrutturazione dei partiti tradizionali, potrebbe definitivamente disorientare l’elettorato progressista, proprio quello a cui punta il renzismo.

Ma il punto debole di Matteo il frettoloso è proprio lo schematismo prescioloso che non si adatta alla storia e agli eventi ma crede di curvarla sempre e comunque con la superiorità delle proprie idee, della propria forza volonterosa.

A meno che … un nuovo Nazzareno sia già stato sottoscritto, un accordo con il barone di Arcore che assicura una legge elettorale proporzionale con piccolo premio di maggioranza (massimo 10%) per la coalizione o per il partito che ha più voti che sbarra la strada a Grillo e consente un accordo in parlamento tra destra e sinistra. Non è possibile, Renzi era ferocemente contrario agli inciuci, come diceva lui. Quante volte ha fatto il contrario di quello che prometteva? Questo il vero salvagente per tutti? Grillo continua a giocare a fare l’opposizione, Renzi e Berlusconi sopravvivono alla grande.

Allora forse Matteo il frettoloso non ha bisogno dei miei consigli se ha già telefonato al barone di Arcore.

Annunci

One thought on “Consigli a Matteo il frettoloso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...