Gioco pesante

Non è caciara, non sono giochetti, è un gioco pesante quello che i mezzi di comunicazione stanno facendo veicolando le immagini e le parole delle gazzarre grilline in Parlamento. Per gli amanti della democrazia, per gli antifascisti, per chi conosce un minimo di storia del nostro paese la cronache di queste ore non possono che essere un grave campanello di allarme.

La cosa più grave è che le buone notizie, o almeno le notizie che ci potrebbero far sperare vengono censurate o date in modo frettoloso per far posto al catastrofismo dei disperati della pseudo sinistra che va dietro a Travaglio o al casino della pseudo resistenza dei puri illuminati protestatari.

11904536-prova-tv-a-colori-in-testa-umana--illustrazione-astratta

Quanti hanno capito veramente la manovra sulla Banca d’Italia (per chi fosse interessato a capire consiglio questo link)? Quanti sanno che è operativo il monitoraggio dei conti correnti e delle attività finanziarie di tutti gli italiani? Quanti sanno che la bilancia dei pagamenti è in attivo da mesi? Quanti sanno che il PIL americano sta crescendo del 4,5% circa? Quanti conoscono i termini dell’accordo con la Svizzera per il rientro dei capitali?

Io vorrei essere informato meglio, da gente competente ed onesta, vorrei capire per poter giudicare razionalmente, vorrei sapere per poter decidere della mia vita.

Faccio un esempio banale: ora che i conti correnti sono visibili al fisco, cosa succede se un cognato mi presta i soldi per lavori che devo fare in casa? Commetto un reato fiscale? Ebbene questo cambiamento radicale che di fatto abbatte il segreto bancario e che lo abbatterà, se ho capito bene,  anche in Svizzera dovrebbe essere digerito, capito e accettato dal cittadino comune e non subìto in modo inconsapevole come una ennesima vessazione da far cancellare al primo governo diverso dall’attuale, finita la crisi.

Il gioco pesante della stampa che specula sul catastrofismo della protesta velleitaria è più pericoloso del movimento degli esagitati giovanotti grillini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...